Info: +39 371 108 1204

SPEDIZIONE INCLUSA PER SECCHIO E SACCHI 25Lt!

Come prendersi cura di un bonsai

Ti è stato dato un bonsai? Hai dubbi su come prendersi cura e coltivare il bonsai ? Alcuni utili consigli per la manutenzione e il benessere di un Bonsai.

La cura che dovrebbe essere data a un bonsai dipende in gran parte dal tipo di albero che abbiamo, ma ci sono regole di base adatte a tutte le tipologie di bonsai.

Che un bonsai sia ben curato significa che tutte le tue esigenze saranno coperte in modo che appaia perfetto. Con questa breve guida conoscerai gli elementi essenziali affinché il tuo albero sia sano.

Prima di tutto dovresti sapere che i bonsai sono nati circa 2000 anni fa nella Cina imperiale e rappresentavano paesaggi selvatici su piccola scala.

Tuttavia, ciò che oggi conosciamo come bonsai è la copia che i giapponesi fecero nel periodo Kamakura, circa 750 anni fa, quando iniziarono a coltivare gli alberi individualmente in piccoli vasi; da qui il suo nome: bon-sai, piantato in un vaso.

POSIZIONE DEI BONSAI

La prima cosa da chiarire quando inizi a prenderti cura di un bonsai è il posto in cui lo posizionerai. Sebbene ci siano cose da considerare come l’illuminazione del luogo, l’esposizione al sole o il periodo dell’anno in cui ci troviamo, la cosa più importante per scegliere una buona posizione è sapere a quale specie appartiene il nostro bonsai.

La documentazione di ogni albero ci consente di conoscere le diverse specie con cui possiamo lavorare e le loro esigenze di coltivazione. In generale, i bonsai sono piante che devono essere collocate all’esterno. Dopotutto, sono specie di alberi. Pertanto, pensa a un luogo in cui è riparato dai venti, con una buona illuminazione ma evitando il sole diretto nelle ore più calde.

I bonsai che sono specie tropicali o che non crescono alle nostre latitudini dovrebbero trovarsi in luoghi a temperatura costante. Metterli all’interno della casa in un luogo con una buona luce diffusa e senza calore eccessivo evitando i radiatori. Come regola generale, le nostre piante dovrebbero essere poste in pieno sole nella prima metà della giornata e in un luogo protetto dal vento.

L’IRRIGAZIONE DEL BONSAI 

L’irrigazione è essenziale: con essa gli elementi nel substrato si dissolvono e in questo modo la pianta può assorbirli. La cosa principale è essere consapevoli del fogliame dell’albero e dell’umidità della terra . Innaffia i tuoi bonsai con acqua piovana quando il terreno è leggermente asciutto, se è ancora bagnato, aspetta un poco. È meglio così, poiché le radici sono molto sensibili ai ristagni d’acqua e possono marcire a causa della mancanza di ossigenazione.

Tieni presente che l’acqua eccessiva o difettosa provoca disturbi o malattie nelle piante. Pertanto, non innaffiare mai i tuoi alberi di routine. Usa le dita per rilevare il grado di umidità sulla superficie del substrato. Con un po ‘di esperienza sarai in grado di notarlo con un semplice sguardo.

COME INNAFFIARE UN BONSAI

Idealmente, utilizzare un annaffiatoio che abbia fori sottili o una lancia di irrigazione il più a lungo possibile. Usa acqua fino a quando scorre attraverso i fori di drenaggio bagnando le foglie. Fallo in due fasi per assicurarti che il terreno sia completamente inzuppato e controlla che la temperatura dell’acqua sia vicina alla temperatura ambiente mentre provi ad annaffiare con acqua di qualità, priva di cloro e calce.

In inverno prova ad annaffiare nelle ore centrali della giornata, quando fa un pò più caldo, quindi eviterai che l’acqua si congeli nel contenitore. Tuttavia, durante l’estate, innaffia al mattino o al pomeriggio quando il sole è già calato, cosi impedirai che il contrasto termico nelle radici possa danneggiarle.

NUTRIRE IL BONSAI

Il bonsai, come tutte le piante in vaso, ha uno spazio limitato da sviluppare, quindi i nutrienti che ha sono molto limitati e la salute della nostra pianta è compromessa.

Per questo dovremmo pensare che le basi della nutrizione dei bonsai debbano basarsi su ciò che offre l’ambiente naturale . L’ humus di lombrico , la cui base è l’humus di lombrico, porta tutti i benefici di questo: crea una comunità di microrganismi nel suolo che aiutano la nutrizione in modo naturale, promuove la salute del suolo impedendo lo sviluppo di agenti patogeni e influenza le radici della pianta e aiuta a mantenere livelli adeguati di nutrienti per evitare squilibri. 

Usando Humus liquido stai contribuendo con acidi umici e fulvici che migliorano la struttura del suolo, insomma stai contribuendo con la materia organica.

 

COME POTARE UN BONSAI

Potare è essenziale per mantenere la forma dei bonsai. La potatura è l’azione che farà sì che il tuo albero ottenga la strada giusta per lo stile bonsai che hai in mente. In generale, dovrebbe essere fatto al momento dell’inattività dell’albero, dalla caduta della foglia fino a prima della germogliatura, ma la cosa più consigliabile è eseguirla negli ultimi momenti dell’inverno.

Il taglio dei rami dovrebbe essere inclinato e rivolto verso l’alto per favorire la guarigione e impedire che sia perpendicolare al ramo.

La potatura del bonsai va fatta regolarmente e si esegue tagliando i nuovi germogli che crescono in direzione non desiderata con una forbicina sopra alla base delle foglie. Tagliando il germoglio principale della pianta, si sviluppano i germogli laterali, cosicché, se potato regolarmente, l’alberello cresce più compatto.

Limitandone la crescita in altezza, il tronco si sviluppa aumentando gradatamente la sua circonferenza e assumendo sempre più le proporzioni di un albero in natura. Con la potatura il Bonsai diventa sempre più bello: rimane basso, ma il tronco diventa sempre più robusto e si ottiene una ramificazione più fine della corona e delle foglioline più piccole. Se si lasciassero crescere i nuovi germogli liberamente, la chioma perderebbe la sua forma e i rami interni morirebbero, perché la crescita si orienterebbe verso l’alto.

Cercate di farlo ogni volta che potete perché è molto importante, influenza le parti esterne dei rami e la parte superiore dell’albero. Con questa azione promuoverai l’albero per distribuire la sua forza di crescita in modo più uniforme e noterai che il fogliame diventerà molto più denso.

1200 675 Powercompost® Humus di lombrico bio

Quantità personalizzate

Se hai bisogno di una fornitura personalizzata di Powercompost® mandaci un messaggio

Quantità personalizzate

Se hai bisogno di una fornitura personalizzata di Powercompost® mandaci un messaggio

Iscriviti per ricevere l'ebook PowerBio in omaggio!

Il potere del compost biologico dell’humus di lombrico racchiuso in un magazine

    Quantità personalizzate

    Se hai bisogno di una fornitura personalizzata di Powercompost® mandaci un messaggio

    Scrivi o chiama!

    Powercompost® è un prodotto naturale, come lo sono i rapporti tra le persone.

    Per questo amiamo confrontarci con i nostri clienti e fornitori.

      Privacy Preferences

      When you visit our website, it may store information through your browser from specific services, usually in the form of cookies. Here you can change your Privacy preferences. It is worth noting that blocking some types of cookies may impact your experience on our website and the services we are able to offer.

      Click to enable/disable Google Analytics tracking code.
      Click to enable/disable Google Fonts.
      Click to enable/disable Google Maps.
      Click to enable/disable video embeds.
      Our website uses cookies, mainly from 3rd party services. Define your Privacy Preferences and/or agree to our use of cookies.